CREDITO DI IMPOSTA per gli investimenti nel Mezzogiorno

CREDITO DI IMPOSTA per gli investimenti nel Mezzogiorno

Soggetti beneficiari

Piccole, medie e grandi imprese con unità produttiva ubicata nelle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna ed Abruzzo, Molise (Abruzzo solo se l’attività produttiva è ubicata nei Comuni di cui all’Allegato 1).

Periodo agevolabile

Sono ammissibili i Progetti di Investimento realizzati nel periodo 01/01/2016-31/12/2022

Attività ammissibili

Gli investimenti oggetto dell’agevolazione sono quelli in:

  • macchinari;
  • impianti;
  • attrezzature varie.

(voci B.II.2 e B.II.3, dell’art. 2424 del codice civile)

Sono, quindi, esclusi dall’agevolazione i beni immateriali, gli immobili e i veicoli.

I beni agevolabili devono essere:

  • strumentali all’attività d’impresa;
  • nuovi;
  • destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio agevolato.

MISURA DEL CONTRIBUTO MOLISE ED ABRUZZO (solo alcuni comuni e parti di essi – Allegato 1 –  e con limitazioni agli investimenti delle grandi imprese) (Molise dal 1° gennaio 2022 area 107.3.a)

Viene riconosciuto un contributo in credito d’imposta pari a:

  • 30% per le piccole imprese;
  • 20% per le medie imprese;
  • 10% per le grandi imprese.

Le grandi imprese che effettuano investimenti in Molise e Abruzzo possono accedere al credito solo a fronte di un “investimento iniziale a favore di una nuova attività economica nella zona interessata”.

MISURA DEL CONTRIBUTO BASILICATA, CALABRIA, CAMPANIA, PUGLIA, SICILIA e SARDEGNA (dal 1° gennaio 2017 Sardegna tutti i Comuni) MOLISE (dal 1° Gennaio 2022)

Viene riconosciuto un contributo in credito d’imposta pari a:

  • 45% per le piccole imprese;
  • 35% per le medie imprese;
  • 25% per le grandi imprese.

Il credito d’imposta è commisurato alla quota del costo complessivo dei beni

  • Piccole Imprese: 3 ML
  • Medie Imprese: 10 ML
  • Grandi Imprese: 15 ML

PROCEDURA PER L’ OTTENIMENTO DEL CREDITO DI IMPOSTA

Per l’ottenimento del Credito d’Imposta va inoltrata una comunicazione all’Agenzia delle Entrate la quale, dopo averne verificato la correttezza rilascia un assenso alla compensazione del credito da attuarsi mediante Modello F24.

Per Avere Maggiori Informazioni Compila il Modulo di Contatto


About Astolfi

    You May Also Like