REGIONE TOSCANA Fondo Investimenti Toscana

REGIONE TOSCANA Fondo Investimenti Toscana

Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese, aventi la sede principale o almeno un’unità locale ubicata nel territorio regionale e operanti nei settori economici corrispondenti ai codici ATECO di cui all’Allegato A. Per le imprese con codici ATECO appartenenti alle divisioni C10 “Industrie alimentari”, C 11 “industria delle bevande” e C 12 “Industria del tabacco”, occorre che i prodotti trasformati e/o commercializzati negli impianti finanziati
siano di provenienza diretta da produttori primari per una quota inferiore al 51% della quantità annua trasformata e commercializzata nell’impianto medesimo.
Nello specifico saranno ammesse solo le aziende che, a partire dal 1 Febbraio 2020, non hanno operato licenziamenti del proprio personale dipendente e che si impegneranno a mantenerlo nei 12 mesi successivi
alla comunicazione di ammissione al finanziamento.

Tipologie di Programmi Ammessi

Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per:
interventi sugli immobili: manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia e ampliamento (restando esclusa la nuova edificazione), eliminazione delle barriere architettoniche, incremento dell’efficienza energetica, adozione di misure antisismiche;
acquisto di impianti, macchinari, attrezzature, mobili e arredi e altri beni funzionali all’attività di impresa;
messa in sicurezza dei locali: sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati, acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti;
acquisto di mezzi mobili, strettamente necessari al ciclo di produzione, purché dimensionati alla effettiva produzione, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’impianto, immatricolati come “autocarri” e
con un rapporto tra potenza del motore espressa in KW e portata del veicolo espressa in tonnellate superiore a 180.
progettazione e direzione lavori in misura non superiore al 10% dell’investimento complessivo ammissibile.

Decorrenza Delle Spese

Sono ammesse spese per investimenti in beni strumentali nuovi, materiali ed immateriali e sostenute a partire dal 1 Febbraio 2020. Qualora già non realizzato, l’intervento dovrà essere avviato entro i 30 giorni successivi
alla comunicazione di ammissione al finanziamento e dovrà concludersi entro i 12 mesi successivi.

Misura dell’Investimento

Il costo totale dell’intervento di investimento ammissibile va da un minimo di € 20.000,00 ed € 200.000,00.

Agevolazione

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale pari al 40% del costo totale ammissibile sugli investimenti.
Tale percentuale può essere incrementata del:

  • 5% se le spese di investimento riguardano gli investimenti finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza covid-19 (sia investimenti per la messa in sicurezza dei lavoratori che per l’organizzazione del lavoro con modalità di smart working);
  • 10% se l’investimento riguarda beni materiali ed immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e
    digitale delle imprese;
  • 10% per imprese che assicurano un incremento occupazionale durante la realizzazione del progetto e comunque entro la conclusione dello stesso; e comunque non oltre la soglia massima di contributo del 80%.

Dotazione Finanziaria

€ 7.093.243,00. Tali risorse saranno integrate fino all’importo di 115 milioni, con la seguente ripartizione in base al settore:

70% settore manifatturiero;

30% settore del turismo, commercio, terziario e altro.

Presentazione della Domanda

Il bando è di prossima uscita e la fase della presentazione della domanda di agevolazione sarà gestita sul portale di Sviluppo Toscana SpA che provvederà all’istruttoria e valutazione degli interventi secondo una procedura automatica a sportello. Pertanto sarà rilevante l’ordine cronologico di invio della domanda stessa.

Per Avere Maggiori Informazioni Compila il Modulo di Contatto


About Astolfi

    You May Also Like